Presentata al Salone del Mobile 2019, Dafne esprime la sintesi degli aspetti fondamentali dell’hospitality contemporaneo e segna l’avvio della collaborazione con l’arch. Matteo Thun,

 “Ho voluto creare una poltroncina che fosse sinonimo di semplicità, durevolezza tecnica ed estetica. Dafne unisce comfort, funzionalità, leggerezza e tradizione artigianale

spiega il designer.

Il progetto pone l’accento sulla qualità materica unita ad un’estetica capace di generare sensorialità, sintesi di un design sostenibile che genera prodotti destinati a durare nel tempo.

Lo schienale e i braccioli imbottiti definiscono un unico avvolgente abbraccio, capace di accogliere e sostenere il corpo offrendo il massimo comfort. Particolare attenzione è posta nella lavorazione dell’imbottitura di schienale e seduta, scandita dalla precisione delle cuciture che sottolineano una sapiente manualità artigianale.

L’anima della poltroncina è una solida struttura in legno massello. Un’accurata selezione di rivestimenti e finiture dà vita ad una proposta personalizzabile, che segue l’evoluzione dell’hospitality e del contract.

Dafne può trovare spazio in diverse tipologie di spazi relazionali, riuscendo sempre nel suo obiettivo: trasferire armonia e intimità agli ambienti, migliorando la qualità della vita e il comfort di chi li vive.